Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



giovedì 22 giugno 2017

Le foto del mio studio su Fumettologica (e altre cose)

Su Fumettologica è uscito un articolo con una mia breve intervista e le foto del mio studio (la serie è quella #Tavolidadisegno) - grazie a Sal Tascioni per le immagini (tranne l'ultima che è una mia foto di Kristal, la mia cagnolina).


Qua sopra un mio disegno a mezza tinta con Legs Weaver, ho scansionato la versione in bianco e nero perché ci sono delle cose che vorrei ritoccare, e poi colorare anche digitalmente - però se c'è qualcuno a cui piace questo originale su carta può contattarmi.

Su Fumettologica trovate anche:
L'esperienza di Calvin e Hobbes in 3D  (bizzarro)
La battaglia giapponese delle scorregge  (!)
I webcomic entrano nella collezione della biblioteca nazionale degli Stati Uniti  (interessante)

Qui una piccola storia a fumetti che può sembrare molto esagerata, ma che assicuro ha solide basi di verità (abito non molto lontano dalla zona in cui abita Stefano Tartarotti e confermo l'invasione dei moscerini - a milioni): Moscerini e telenovelas - Il Post 

Un articolo su Nathan Never di Marco Violi su Tom's Hardware - accurato, ben scritto. Violi non si è occupato della parte delle immagini, a cura della redazione, che nella prima versione non riportava le attribuzioni di tavole e illustrazioni da nessuna parte.
Avendo incrociato nella chat di un forum l'autore dell'articolo ho fatto presente la mancanza, e l'osservazione è stata inoltrata alla redazione.
Il risultato lo vedete a questo link :"Nathan Never: un grande fumetto fantascientifico ": dei nomi sono stati aggiunti, ma mancano ancora il mio a pag 1 (il profilo di Nathan), il nome di Lola Airaghi nel disegno di Legs e May a pag. 2, e a pag. 3 la striscia con Nathan sotto la pioggia è la mia, non di Paolo Di Clermente (tutti nomi e riferimenti che avevo dato anche questi in chat in un secondo momento, e che Violi aveva di nuovo indirizzato alla redazione).
Vabbè, troppo difficile correggere una seconda volta.

Un video di Stefano Azzalin che parla del Surface Book e di come si comporta la penna per disegnare (in questo caso con Clip Studio Paint), interessante anche se mi sembra ancora troppo costoso (vista anche la misura). Piuttosto per chi ha già un pc e non può spendere le cifre per una buona ma costosa Cintiq nel gruppo su Facebook di Clip Studio Paint segnalano in diversi questa XP-Pen (che non conosco).

5 commenti:

  1. Ho letto proprio ieri l'intervista su Fumettologica. E' stato curioso vedere l'ambiente dove lavori (sembra tu abbia una libreria fornitissima, ma devi assolutamente fare qualcosa per quelle mensole piegate ad "U" che urlano dal dolore :)

    Non conosco la XP-Pen, ma leggo sempre più recensioni positive per la cinese Huion (in particolare per la serie GT, che costa anche meno delle Cintiq).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per le mensole non posso fare molto, o meglio non voglio: sono talmente tante che solo il lavoro di togliere i fumetti (e cercare delle mensole adatte poi) mi porterebbe via troppo tempo!

      Elimina
  2. Un mio conoscente - sia chiaro che non siamo amici - è nel mercato clandestino degli originali di cartoonists. Mi ha detto che qualche tempo fa, dopo il crepuscolo, ha violato lo studio di codename Patman e me lo ha descritto disegnandolo alla Chris Ware e non assomiglia a quello nel servizio fumettologico. Il mio conoscente - non ho nessun rapporto con lui e non mi ha mai venduto nessuna Legs Weaver disegnata da Chris Ware , sia chiaro, e non so dove sia quella rarissima pin up - sostiene che Patman è fanatica della sua privacy e ha posato nella ricostruzione dello studio di Lola Airaghi che ha fatto Paolo di Clemente che qualche anno fa fu oggetto di critiche per aver citato nel suo Nat Never Jim Lee e Bilal, dando quindi prova di poter sovrascrivere altrui tic.
    Non so se dare retta al mio conoscente - sia chiaro che non so nulla del furto di modelli 3D di un fumetto SBE ambientato nella biblioteca nazionale degli Stati Uniti in cui i personaggi di via Buonarroti si sfidano nell'emettere puzzette - ma plaudo questo ipotica location virtuale perchè tra realtà e leggenda sceglierò sempre la seconda...ciao cioa

    RispondiElimina
  3. Eh, quanti bei ricordi che risvegliano le tue citazioni :)

    RispondiElimina
  4. Io ho appena acquistato xp pen hd22 e devo dire che mi piace un sacco..

    RispondiElimina