Per richieste varie alla sottoscritta: non faccio scambio link e banner, vorrei che le richieste di "amicizia" e di "contatti" fossero accompagnate da presentazioni - grazie!



mercoledì 29 aprile 2009

Illustrazioni a go-go

Ultimamente non ho più tempo per postare niente, ma i miei giretti sulla rete li faccio lo stesso, è più forte di me.
Segnalo questo sito abbastanza famoso in cui si possono trovare tantissime illustrazioni e disegni di ogni tipo: "deviantArt". Ci sono delle vere e proprie chicche, illustrazioni dalle tecniche più varie, fumetti, tutorial... L'organizzazione è quella tipica dei social network: possibilità di lasciare commenti, di votare, di condividere, di aggregare, di trovare disegni secondo dei parametri precisi.

Icecream print by =Nocturnal-Devil on deviantART


L'illustrazione qui sopra l'ho trovata per caso sul sito di "Gamberi fantasy", un sito che visito ogni tanto perchè le recensioni o gli articoli (che trattano appunto libri e qualche volta film di genere fantasy) sono molto spassosi, aldilà del fatto che non leggo fantasy (uniche eccezioni: "Il signore degli anelli" e "Harry Potter")...
Non male questo Nocturnal-Devil, date un'occhiata alla sua collezione.

mercoledì 15 aprile 2009

Pastelli a olio


Durante i miei anni di Accademia avevo sviluppato una grande passione per i pastelli a olio, credo derivante dall'ammirazione delle prime opere a fumetti disegnate con la stessa tecnica dal grande LorenzoMattotti (tanto per dire:"Fuochi" mi aveva impressionato molto).
Nel 1989 avevo iniziato a fare illustrazioni per il settimanale "Avvenimenti", e alcune di queste erano realizzate con i pastelli a olio. Ricordo che all'epoca non potevo permettermi i pastelli francesi "Sennelier", morbidi e grassi, e dovevo usare i più grezzi ed economici "Jaxon" (ma qualche "Sennelier" l'avevo comprato lo stesso, se pur usati con parsimonia). Per il contorno nero, difficile da fare con semplici matite, alla fine avevo trovato la "mia" soluzione adoperando la matita grassa per vetri. Usavo una carta scura e morbida che non era facile a trovarsi, ma non ricordo più dove fosse situata la cartoleria che la vendeva (che poi a un certo punto smise di venderla, se non sbaglio).
Provavo un grande piacere fisico a colorare con questo tipo di pastelli, mi divertivo davvero tanto, ed è l'unico caso in cui sopportassi di sporcarmi le mani, io di solito estremamente attenta a tenermi le mani intonse con tutti gli altri strumenti di disegno.
Questo link vi manderà a una serie di cinque illustrazioni realizzate verso il 1990 che all'epoca furono spedite al comitato per la selezione delle illustrazioni da esporre all'annuale importantissima Fiera dell'illustrazione di Bologna. I miei disegni non furono selezionati, e capisco anche il perchè, ma devo dire che ancora adesso osservandoli sembra trasparire la gioia nel disegnare che avevo ai tempi.
Gli originali (degli A3) mi furono ripediti indietro del tutto integri; sul retro recano ancora l'etichetta che vi apposi (etichette mandatemi dall'organizzazione della Fiera) in cui era scritto il titolo in inglese (necessario) di ogni illustrazione, che oltretutto doveva essere legata alle altre da una sorta di ministoria.
Adesso con il senno di poi la mia storiella di una diversità respinta mi ispira una certa tristezza, ma posso capire cosa volesse dire per me all'epoca l'illustrazione finale, in cui il protagonista rinasce in quella che considera la sua vita ideale - una vita normale, come quella di tuttti gli altri.

giovedì 9 aprile 2009

Legs da Manga Studio


Mi piacerebbe avere più tempo per disegnare e colorare con Manga Studio, per adesso mi devo accontentare di fare cosine del genere, veloci e poco impegnative.
Meglio di niente...













Copyright immagine: SBE